9 consigli per aprire un locale di successo

Difficoltà:

Media

Preparazione:

30 min

Cottura:

15 min

Stampo:

Gemma

Costo:

Medio

Calcola ricetta per stampo da:

ml

  • 36 g di limone
  • 150 g di zucchero
  • 36 g di limone
  • 150 g di zucchero
  • 36 g di limone
  • 150 g di zucchero
  • 36 g di limone
  • 150 g di zucchero

"È fatta! Ho realizzato il mio sogno: ho mollato il mio posto da impiegato e ho finalmente aperto la mia attività, un luogo di lavoro che mi stimola, a contatto con le persone e dove posso farmi conoscere per la mia idea di ristorazione..."

Bella prospettiva, no?

Molti di noi potrebbero pensare che è più facile a dirsi che a farsi e non avrebbero tutti i torti, ma a volte serve intuito, coraggio e le giuste informazioni per puntare dritti all'obiettivo "libertà".

Amici e familiari ci diranno: "Sei un folle! Con tutta la burocrazia e i concorrenti sulla piazza, non hai esperienza per farlo, sei troppo vecchio... Rischieresti di fallire entro poco tempo".

Ahi me è vero. In un'epoca di crisi e di risorse finanziarie limitate, dobbiamo prendere bene la mira per centrare l'obiettivo economico. Cosa può aiutarci a fare la differenza? Le informazioni, la conoscenza o come lo chiamano i giusti: il "know-how".

Per quanto ci piaccia risolvere problemi, non possiamo trasmettervi virtualmente il nostro sapere. Possiamo però darvi qualche consiglio pratico per portare al successo la vostra attività.

 

1- Pianificate un business plan e calcolate il food cost.

business plan per bar e ristorazione

 

Se la strategia è vincente, il resto verrà da sé. Per noi imprenditori sarà fondamentale studiare gli step burocratici della ristorazione italiana, gli standard normativi di sicurezza igienica, l'analisi dei costi fissi e variabili, le prospettive di guadagno e i tempi di rientro dell'investimento iniziale. Così facendo, avremo una linea guida solida per aprire un bar realmente redditizio.

 

 

 

2 - Organizzate la produzione di prodotti da caffetteria dolce.

creme-spalmabili_02

 

I clienti sono sempre più esigenti e in cerca di prodotti locali e fatti in casa. Padroneggiare la produzione di creme spalmabili, marmellate, crostate moderne, cake da viaggio e piccola pasticceria, può aiutarci a stuzzicare i palati di quella clientela giovane e pronta a spendere per la qualità.

 

 

 

 

3 - Strutturate un menù da colazione salato.

PASTICCERIA SALATA

 

Sono le 11.30 del mattino, entra un cliente straniero e ci ordina un caffè americano e un croque madame, cosa facciamo? Avere un menù da prima colazione salato per rispondere a quella voglia di brunch sfizioso ci aiuterà a soddisfare la clientela alternativa che spesso ignoriamo.

 

 

 

 

 

4 - Allargate l'offerta alla pausa pranzo e all'happy hour.

lunch_microristorazione_05

 

Andiamo oltre il classico buffet self-service, pensiamo ad una selezione di insalate creative e panini gourmet. Se pensiamo di essere all'altezza di proporre piatti da microristorazione, non dimentichiamoci di impiattare il tutto con stile.

 

 

 

5 - Diventate dei baristi fuoriclasse.

barista base2

 

Quali sono le attività quotidiane di un barista? Innanzitutto deve essere 100% competente sul suo pane quotidiano: il caffè. Non solo, ma deve organizzare il proprio banco di lavoro, conoscerne le componenti, saperle mantenere e servire bevande calde e fredde come un vero fuoriclasse.

 

 

 

 

6 - Studiatevi a memoria il mondo del caffè e del tè.

latte-art_03

 

Il nostro cliente alternativo è di ritorno ed è pure accompagnato, quel french toast lo aveva davvero entusiasmato. Questa volta ci chiede un caffè marocchino con nocciolata vera e non con il cacao in polvere. Ecco che conoscere i diversi tipi di caffè, il mondo degli specialty coffee, i metodi di estrazione alternativi all'espresso e la latte art, può arricchire ulteriormente l'esperienza del nostro cliente e spingerlo a mettere quella recensione positiva su Trip Advisor.

 

 

 

7 - Approfondite il mondo beverage.

mixology_03

 

Conoscere il mondo della mixology e dei vini rappresenta un altro plus per il barista che desidera allargare l’offerta e completare il percorso enogastronomico della propria clientela. Se poi abbiniamo il giusto calice ai nostri piatti, il gioco è fatto.

 

 

 

 

 

8 - Organizzate l'ambiente e gli spazi.

iStock-171363704

 

Mettetevi nei panni dei clienti e del vostro personale: quali sono gli elementi essenziali, tra arredamento e attrezzature, che un bar deve disporre per migliorare l’esperienza finale della propria clientela e di chi ci lavora? Prendiamoci del tempo per studiare il design del nostro bar o bistrot, l'ambiente dovrà essere favorevole al benessere della clientela e funzionale al lavoro del personale.

 

 

 

9 - Comunicate in modo efficace.video food

 

Ultimo ma non per ordine di importanza, anzi. Essere consapevoli e competenti nei diversi ambiti di comunicazione one-to-one e social è imprescindibile nell'era digitale. Partendo dalla buona comunicazione tra i membri del proprio team di lavoro, bisogna analizzare le diverse tipologie di clienti per rispondere meglio alle loro esigenze, per poi creare contenuti social efficaci come foto a tema food a fini promozionali.

 

 

Il successo è ora nelle vostre mani, di più non possiamo aiutarvi, anzi, forse si. A breve partirà il nuovo percorso formativo dedicato a chi - come voi lettori - è in cerca del famoso know-how per dare una svolta alla propria vita e al proprio business: Caffetteria3.

 

Scopritelo...

HubSpot Video
 

 

caffetteria3 corso per aprire un bar hangar78 diemme academy

 

Caffetteria3

 
Dalla collaborazione tra hangar78 e Diemme Academy, nasce un programma di alta formazione che vi aiuterà a gettare fondamenta solide al vostro progetto e permettervi di puntare all'eccellenza
Scopri di più >